In mostra al Mauto 17 veicoli sequestrati dalla Guardia di Finanza

TopClassico

Il Museo Nazionale dell’Automobile di Torino espone le meraviglie sotto sequestro dell’operazione Rien ne va plus

Le indagini della Guardia di Finanza del Gruppo I Genova, che per circa un anno ha raccolto prove nell’ambito dell’operazione “Rien ne va plus”, hanno portato alla luce un commercio sommerso di veicoli storici e di lusso facente capo allo stesso soggetto, totalmente sconosciuto al fisco. Genovese, oltre la cinquantina, aveva in garage una Ferrari 360 Challenge Stradale, una 430 Scuderia, una Testarossa monodado e una Lamborghini Diablo Anniversary. Tutte meraviglie di cui aveva piena disponibilità ma non ne risultava titolare.

La Lamborghini Diablo 30° Anniversary e le altre auto d’epoca e di lusso sequestrate nell’operazione Rien ne va Plus della Guardia di Finanza

Un sistema collauato. L’indagato comprava i veicoli, li intestava a prestanomi, faceva denuncia di esportazione all’estero e li re-immatricolava a Monte Carlo. Nel Principato di Monaco subentravano poi ulteriori personaggi che diventavano intestatari fittizi delle vetture. Anche la compagna risultava proprietaria di tre Ferrari e una Lamborghini nonostante fosse straniera e senza reddito. E i suoi fratelli, operai con stipendi esigui, avevano intestate auto d’epoca e di lusso. Questo signore, piuttosto meticoloso, conservava annotazioni su tutte le auto vendute, dalle quali nell’indagine, condotta dalla Procura di Genova, si è risaliti a 35 vendite in nero portate a termine dal 2013 al 2018. Un traffico nel quale in passato è capitata anche una Ferrari 166 Inter del 1948, venduta a un collezionista canadese per un milione di dollari. In totale il debito accumulato da questo individuo nei confronti dell’erario ammonta a 4,5 milioni di euro.

Al momento del sequestro, nel 2018, le auto erano tutte marcianti

Chevrolet Corvette
I 17 veicoli posti sotto sequestro sono in mostra nella piazza al coperto del Museo Nazionale dell’Automobile di Torino

Pronte per essere battute all’asta. Nel Regno Unito è stata recuperata una Lamborghini Murcielago LP 670-4 SV bianca, grazie all’intervento dell’Interpol e di altri canali di cooperazione internazionale. Era pronta per andare all’asta a Goodwood. Altre auto provenienti sempre dallo stesso garage genovese stavano per partire per un’altra vendita all’incanto a Montecarlo. La data del sequestro è il 17 luglio 2018, ed esattamente due anni dopo, il 17 luglio di quest’anno, è stata inaugurata la mostra che espone fino a dicembre al Museo Nazionale dell’Automobile di Torino 17 dei 20 veicoli recuperati. L’idea proposta dai finanzieri di rendere visibili i mezzi è stata accolta con grande entusiasmo dal management del Museo. Del resto sarebbe stato un peccato tenerle lontane dalla vista degli appassionati, in un garage della Guardia di Finanza.

See Also

I 17 veicoli, in mostra dal 17 luglio 2020 nella piazza al coperto del Museo Nazionale dell’Automobile di Torino, sono in ottimo stato di conservazione

Quasi tutte italiane. L’indagato è attualmente sotto processo e in caso di condanna i mezzi verranno confiscati da parte dello Stato e messi all’asta. “Il Museo avrà un ruolo anche nella conservazione dei veicoli”, ha specificato la direttrice Mariella Mengozzi durante l’apertura della mostra. “Il nostro centro di restauro e i nostri partner esterni con i quali eseguiamo la manutenzione della nostra collezione si prenderanno cura dei veicoli sequestrati. In questo caso sarà ancora più importante far rimanere integri qualità e funzionalità, o addirittura aumentarli in linea con il prestigio dei veicoli, facendo sì che si raggiungano i valori adeguati al momento della vendita”. Le vetture sono made in Italy, tranne una Chevrolet Corvette C1 Cabrio, una Porsche Boxter e una Rover Mini Cooper. Fra loro anche una Fiat 600 Multipla D, due Bianchina, di cui una Cabriolet, una Gamine Vignale, una 500 americana Froggy Eyed trasformata in Jolly e una super accessoriata Isetta bicolore (BMW). Tutte in buonissimo stato. Totale, circa un milione di euro di valore, comprese tre moto Harley Davidson.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

TopClassico | Registrazione del Tribunale di Milano n. 25 del 9.02.2021
© 2022 All rights reserved