MotoGiroPuglia, in sella fra le meraviglie della regione

Emilio Perri

Lo slogan del MotoGiroPuglia, co-organizzato da quattro sodalizi di auto e moto storiche pugliesi il 3 e 4 settembre, potrebbe essere “La Puglia che stupisce”. Il territorio, infatti, continua a lasciare sorpresi per le sue bellezze paesaggistiche tuttora da scoprire, soprattutto quando si viaggia in sella alle due ruote. I club che si sono riuniti per dare vita all’evento turistico culturale rivolto agli appassionati delle motociclette sono Aste e Bilancieri di Bitonto, Old Car Club Bari, Cjvas I delfini Taranto e Rombo Arcaico. “…E se le due ruote che percorrono le strade costeggiate da ulivi secolari sono di una moto d’epoca allora il fascino ha un sapore ancora più intenso”. Così si è espresso lo stesso delegato ASI per la manifestazione, Giuseppe Nacci, originario del luogo e amante delle due ruote. Anche per lui percorrere in moto d’epoca le strade della Valle d’Itria respirandone i profumi ha un fascino iressistibile…

 

Questa prima edizione è stata organizzata dal Club Aste e Bilancieri presieduto dal Consigliere Federale ASI Leonardo Greco, supportato dall’affiatato e dinamico direttivo del club; l’incontro per tutti è stato sabato mattina 3 settembre presso il Relais Porta del Sud di Ceglie Messapica e, dopo le verifiche tecniche e l’accredito dei partecipanti, la partenza è stata alla volta di Grottaglie, cittadina della provincia di Taranto, nota per le ceramiche e il suntuoso Castello Episcopio che ospita opere in terracotta tipiche della zona. Ad accogliere tutti i centauri gli assessori alla Cultura e alla Promozione del Territorio, in segno di vicinanza dell’amministrazione comunale alle attività svolte dall’ASI attraverso i suoi club.

Dopo qualche km lungo le strade del tarantino i centauri hanno raggiunto la Masseria del Duca di epoca medioevale, oggi importante azienda agricola che produce soprattutto pregiato olio extravergine di oliva, vini e formaggi. Qui l’onorevole Giampaolo Cassese, facendo gli onori di casa ha proposto ai partecipanti una variegata degustazione di prodotti locali, tutti rigorosamente a km zero. La visita all’antica chiesetta, inglobata nel corpo di fabbrica della stessa masseria e la foto di gruppo hanno coronato la culturale e gustosa sosta.

Le moto sono poi ripartite alla volta di Alberobello – patrimonio Unesco –, cuore della Valle d’Itria, per una visita nella Città dei Trulli, bianche costruzioni coniche in pietra, presenti a centinaia nel quartiere collinare del Rione Monti. Dopo la la sosta, il gruppo si è diretto in hotel per rilassarsi in piscina, godendo ancora del caldo sole di settembre. A bordo piscina si è svolta tra l’altro anche la cena tra le mille luci delle tipiche luminarie pugliesi e con l’esibizione, molto coinvolgente per tutti, di una bravissima ballerina di Pizzica “moderna”.

L’itinerario della domenica si è sviluppato nella provincia di Brindisi con una visita nel centro storico di Ostuni, la “Città Bianca”, proseguendo poi per le colline fasanesi fino alla verdeggiante Selva di Fasano, dove tutti i centauri si sono impegnati in una dimostrazione di abilità di guida, meritandosi una molto apprezzata degustazione di specialità gastronomiche locali a base di carne. Di gran conto è stata l’accoglienza riservata all’evento dall’amministrazione comunale di Fasano, che ha concesso il transito nella ZTL dell’esclusivo viale Toledo della Selva, per una vera e propria sfilata di tutte le moto del MotoGiroPuglia.

 

See Also

 

Meritano un cenno gli amici del Registro Benelli di Pesaro, giunti fino in Puglia con due Benelli 750 6 cilindri e due Benelli degli anniTrenta. Tra le cinquanta moto partecipanti, tanti sono stati i marchi e modelli presenti: Moto Guzzi, dall’Airone alle più moderne California dei primi anni Ottanta, Honda nelle varie cilindrate, dalle 350 alle 750 Four degli anni Settanta e, ancora, MV, Kawasaki, KTM, Piaggio Vespa, Yamaha, Suzuki e tanti altri marchi per rappresentare la storia delle due ruote dagli anni Trenta agli inizi del 2000, tutte certificate ASI. Il pranzo e le premiazioni per tutti i partecipanti presso una splendida masseria tipica del luogo hanno concluso l’edizione. Con la promessa, naturalmente, dell’appuntamento alla puntata numero due del MotoGiroPuglia, che si svolgerà nel 2023.

View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

TopClassico | Registrazione del Tribunale di Milano n. 25 del 9.02.2021
© 2022 All rights reserved