Nel Regno Unito nuovi alberi azzerano le emissioni del motore a due tempi

TopClassico

Oltre all’Austin Seven Club, che ha intenzione di piantare alberi in Madagascar, un altro club britannico di motorismo storico si è attivato per recuperare le emissioni tossiche nell’ambiente: il Wartburg Trabant IFA Club, che riunisce i motori a due tempi della Guerra Fredda

 

Quanto possono aver inquinato le auto dell’Est in circolazione con i loro motori a due tempi dalla fine degli anni Quaranta fino al crollo del comunismo? Quanta CO2 hanno emesso soltanto le migliaia di Trabant in coda per la fuga dalla DDR il 9 novembre 1989, quando è crollato il Muro di Berlino? Ormai si tratta di domande retoriche, inutile porsele: è acqua passata da un pezzo. O meglio, aria. Ma oggi, dopo la presa di coscienza degli ultimi decenni, c’è chi si occupa di rimettere in pari i conti: per ogni km che viene percorso con gli stessi motori di allora deve corrispondere un “risarcimento” all’ambiente. Come? Piantando un albero in una foresta.

 

 

Motori selvaggi. La proporzione calcolata dal Wartburg Trabant IFA Club di Peterborough, vicino Cambridge, è di 1,1 alberi da piantare all’anno ogni 1.000 miglia (1.600 km) percorse da una Trabant e di 1,3 alberi se a viaggiare è una Wartburg. E il bello è che dopo i calcoli il Club è passato ai fatti, creando un piccolo bosco e invitando chiunque a partecipare. Ecco l’indirizzo per sapere di più su quanto è stato realizzato finora e sul luogo scelto per la nuova foresta, che è nelle Highlands scozzesi ed è stata chiamata Wartburg Woods (https://treesforlife.org.uk/groves/373342/). Volendo, dal sito internet dedicato si possono acquistare direttamente gli alberi, al costo di 6 sterline l’uno (poco più di 7 euro), con la garanzia che non saranno mai sfruttati per usi commerciali. Quanto alle specie prescelte, sono le stesse presenti nell’area e già in recupero in un programma di ripristino dell’habitat naturale.

 

 

Quaranta alberi all’anno posson bastare. La quantità di nuove piante, definita dal club in 40 all’anno, neutralizza l’intera impronta ecologica annuale dell’associazione, che organizza tre raduni principali e riunisce 290 soci con un totale di 376 veicoli. Veicoli che non sono soltanto le Trabi, come venivano chiamate affettuosamente le berline simbolo della Germania Est, ovvero le Trabant P601, ma anche moto, camion e furgoni. Del Wartburg Trabant IFA Club fanno parte mezzi prodotti da 41 marchi nati all’interno della “cortina di ferro”: dagli altri tedeschi orientali – quali Auto Union, Wartburg, Robur, Simson, Barkas, DKW, IFA, IWL, MZ e QEK – ai russi GAZ, Izh, Lada, Moskvitch, Riga, UAZ, Ural, Volga/VAZ, Voskhod e Zaporozhets. Passando per molti altri costruttori dell’Europa dell’Est fra i quali, solo per citarne alcuni, i bulgari Balkan, i polacchi Żuk, Romet e Tarpan, i cechi Tatra, Škoda e Velorex, gli ungheresi Ikarus, i rumeni Oltcit e, infine, i marchi Yugo e Zastava della ex Yugoslavia.

 

 

See Also

 

Bruciature d’olio. In questo primo anno il Wartburg Trabant IFA Club ha portato a Wartburg Woods 20 nuovi alberi, al costo complessivo di 250 sterline. Il loro progetto a lunga durata in favore dell’ambiente rimette in pari i conti con i colpi di acceleratore, non solo storico: i membri del club, così come chiunque altro voglia contribuire, sono invitati a compensare nella piccola foresta scozzese anche le emissioni di classiche di altro genere e, perché no, delle loro auto moderne. Ma come è stata determinata la quantità di esemplari da piantare per azzerare i danni delle attuali vetture sovietiche fra i sudditi di Sua Maestà? Non sono state misurate le emissioni degli scarichi, come si potrebbe pensare, ma è stato conteggiato il totale del carburante usato, considerando un albero ogni 100 litri. “Nella ricerca è emerso che una Trabant P601 che ha circolato per 11.822 miglia (19.025 km) ha percorso 41,49 miglia (66,77 km) con un gallone di carburante (4,54 litri), compreso l’olio necessario per il motore a due tempi”, spiega il presidente del Wartburg Trabant IFA Club Mel Holley, che ha considerato anche il consumo di una berlina Wartburg 535: ovvero 33,88 miglia per gallone, per 7.369 miglia (circa 54,52 km per gallone, per 11.859 km totali).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

TopClassico | Registrazione del Tribunale di Milano n. 25 del 9.02.2021
© 2022 All rights reserved